Selezione del Sindaco 2017 un altra medaglia d’oro

Selezione del sindaco 2017 ha visto la partecipazione di oltre 1100 etichette provenienti da tutta Europa. Le Gran medaglia d’oro raggiungono quota 23

Il regolamento dell’OIV, che guida la Selezione del Sindaco, fissa soglie variabili sia per numero di medaglie sia per il punteggio minimo di assegnazione. Chiuse le iscrizioni, non più del 30% delle etichette può ricevere una medaglia, quest’anno erano 350. Il numero di medaglie fissa anche il valore minimo della medaglia ‘entry level’.

I punteggi: 92 per la Gran Medaglia d’Oro, 87 per le Medaglie d’Oro, con 82 si ha la Medaglia d’Argento, per il Bronzo 80.

Quest’anno il vino a cui è stata assegnata l’ultima Medaglia d’Argento ha ottenuto 86 punti, e fissato molto alta l’asticella di superamento della soglia di premiazione. Non ci sono state medaglie di Bronzo e le medaglie d’Oro hanno superato in numero quelle d’Argento. Il livello qualitativo dei vini passati al vaglio delle Commissioni internazionali rientra in standard di elevatissima qualità.

#chardonnay, #SelezioneDelSindaco, selezione del sindaco
Il logo de La Selezione del Sindaco 2017

Vallée d’Aoste Chardonnay élevé en fût de chêne Dop 2015 Medaglia d’Oro

cretes,#LesCretes,ottin,rosset,martin,triolet,grosjean,#Chardonnay
Maison Anselmet. Chardonnay in purezza con passaggio in barrique.

“Con queste premesse mi fa molto piacere aver raggiunto la Medaglia d’Oro con uno dei vini a cui più sono affezionato e che mi ha dato grandissime soddisfazioni anno dopo anno.  – si sbilancia Giorgio AnselmetIl nostro Vallée d’Aoste Chardonnay élevé en fût de chêne Dop millesimato 2015 con un punteggio di 87,20 ha confermato i risultati di tutti i concorsi a cui ha partecipato.”.

La prossima sfida è rappresentata dal Pinot Gris in anfora che sta sperimentando mio figlio con la cantina, La Plantze, che ha recentemente avviato con ottimi risultati” conclude il patron della Maison.

Non può che essere un vanto per il nostro concorso – afferma Paolo Benvenuti, direttore dell’Associazione Città del Vino – sapere che i vini presentati dalle aziende sono tutti di alto livello qualitativo. Dispiace che per pochi centesimi di voto molte aziende non potranno ottenere una Medaglia d’Argento pur avendo proposto vini meritevoli di grande attenzione. Ma il limite imposto dalla norma dell’OIV sta lì a garantire, come detto, che il livello dei premi sia il massimo possibile”.

Apprezzato dai Commissari anche il nuovo sistema di valutazione dei vini tramite un programma gestito via software. Il sistema è semplice: per compilare la scheda ogni commissario utilizza un touch screen ha però la possibilità di conoscere in tempo reale l’esito di una valutazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clickando su "Accetta" se ne consente l'utilizzo.

Chiudi